Vendite in calo durante il Black Friday

Vendite in calo durante il Black Friday

input-output
Benvenuto su Input/Output: la blogletter in cui ogni martedì commento la notizia che mi ha più colpito del mondo tech.

E anche per quest'anno ci siamo lasciati alle spalle sia il Black Friday che il Cyber Monday.

Ora che il weekend dello shopping compulsivo è giunto al termine è possibile tirare le prime conclusioni.

Guardando al mercato Americano, i dati preliminari raccolti da Sensormatic Solutions rivelano che nonostante il flusso di persone che si è recato di persona ad un negozio per fare gli acquisti durante il periodo del Black Friday sia aumentato del 47.5% rispetto al 2020, il risultato si piazza ancora come un calo del 28.3% rispetto al 2019.

Ma non è solo lo shopping "fisico" a soffrire, i dati raccolti da Adobe Analytics indicano che, per la per la prima volta, anche le vendite online durante il Black Friday e il Cyber Monday hanno subito un calo passando dai 9 miliardi di dollari del 2020 ai 8.9 miliardi del 2021.

Nonostante questo calo però, i dati evidenziano come nel solo mese di Novembre gli americani abbiano speso 109 miliardi di dollari aumentando dell'11,9% la spesa rispetto allo scorso anno. In pratica è evidente la tendenza degli utenti ad anticipare il periodo dei regali ad inizio Novembre.

Le cause di questo fenomeno potrebbero essere legate alle incertezze indotte dalla pandemia e alla crisi dei chip che rende sempre più difficile trovare disponibili i prodotti più interessanti.

A tutto ciò si aggiunge anche il fatto la quantità di offerte online e offline è uniformemente distribuita nel tempo.

In passato aspettavo con trepidazione il Black Friday per iniziare la stagione degli acquisti di Natale. Anche se non sempre scontavano i prodotti che interessavano a me, era comunque un periodo in cui le offerte fioccavano. E negli anni ho fatto un sacco di affari in questo periodo.

Ricordo con un po' di nostalgia le prime "nottate" di una decina di anni fa in cui aspettavo la mezzanotte del venerdì nero insieme alla community online per vedere le offerte bomba che "sganciavano" i primi partecipanti al Black Friday. Ormai invece ho perso quasi completamente l'interesse nell'evento.

Molte aziende si sono unite al Black Friday solamente per cavalcare il clamore dell'evento. È "il segreto di Pulcinella" il fatto che molti rivenditori tendano ad aumentare notevolmente i prezzi in vista dell'evento al solo scopo di far sembrare gli sconti molto più sostanziosi di quello che in realtà sono.
(E infatti non è un caso il fatto che uno degli articoli più letti su questo blog sia proprio quello su come tracciare l'andamento dei prezzi dei prodotti in vendita su Amazon).

Con questo non voglio dire che il periodo del Black Friday sia tutto una truffa. In questo mare di offerte "truffaldine" è ancora possibile fare ottimi affari. Bisogna solo evitare di farsi pendere dalla frenesia degli sconti e prestare la massima attenzione per riconoscere le vere occasioni dal rumore di fondo.

E tu che ne pensi? Hai fatto acquisti durante il periodo del Black Friday?


Grazie per aver letto questo articolo della rubrica Input/Output.
Ad ogni input, tipicamente, corrisponde un output. E solo esponendosi ad input diversi si possono tirare fuori idee non convenzionali. Proprio per questo ogni martedì prendo in input una curiosità legata al mondo tecnologico per ragionare su nuove idee da tirare fuori in output.

Fonte